Superlega 2016/2017: Le protagoniste della nuova stagione

Leave a Comment


Mancano ormai 20 giorni al primo appuntamento stagionale, il 24 e 25 settembre infatti al Palapanini di Modena si svolgerà la Supercoppa Italiana per la prima volta aperta a 4 squadre con semifinali in programma sabato 24 (Modena - Trento e Civitanova - Perugia) e finali (anche quella per il terzo poso) domenica 25.

La kermesse per l'assegnazione del primo trofeo stagionale sarà il preludio di una stagione che si presenta interessantissima con un mercato che ha, in un certo qual modo, redistribuito le forze in campo con un folto gruppo di squadre a lottarsi le prime posizioni in graduatoria e con una qualità media delle squadre decisamente più elevata rispetto al campionato concluso a maggio.
Proviamo a leggere le carte alle 6 squadre che secondo noi potrebbero fare la parte del leone nel prossimo campionato di Superlega, creando una sorta di griglia di partenza stile gran premio di Formula1.


MODENA:  Orduna - Vettori , NGapeth - Petric , Holt - LeRoux, Rossini (Piazza)

L'ex DHL ora Azimut è stata affidata a Roberto Piazza dopo l'addio annunciato ad Angelo Lorenzetti; quello del tecnico fanese non è stato l'unico saluto alla Ghirlandina, anche il duo brasiliano Bruno e Lucas sono rimasti in terra natia dopo la vittoriosa spedizione olimpica. 
Roberto Piazza, da quest'anno coach di Modena
Sulla carta la formazione campione d'Italia è probabilmente la più seria candidata allo scudetto, l'ex capitano verdeoro è stato sostituito da Santiago Orduna, ex regista 31enne di Padova giunto così al bivio della sua carriera dopo alcune ottime stagione nella tranquilla realtà veneta; probabilmente l'unico punto di domanda della squadra è proprio al palleggio, il resto del sestetto è di livello mondiale, il reparto centrale è, se possibile, più forte dello scorso anno con uno dei centrali titolari della passata stagione (Matteo Piano) a far la panchina a Holt e Le Roux; con il francese che all'occasione può anche fungere da opposto. 
In posto 2 confermatissimo Luca Vettori così come confermati gli altri 3 reduci del sestetto tricolore con N'Gapeth e Petric in banda e Rossini libero. In panchina  come detto sopra siederà Roberto Piazza, piemontese verace con esperienze a Cuneo e in Polonia dopo una carriera da secondo a Daniele Bagnoli, siamo sicuri che farà divertire il pubblico modenese. Se la scommessa Orduna sarà vinta la squadra gialloblu sarà la favorita numero uno alla vittoria del tricolore

PERUGIA: De Cecco - Atanasijevic, Zaytsev - Russell . Birarelli - Podrascanin , Tosi (Kovac)

La squadra umbra del presidente Sirci è stata senza dubbio la regina del mercato, grazie soprattutto all'acquisto dello zar Ivan Zaytsev reduce da una doppia stagione (a dir la verità piuttosto travagliate) alla Dinamo Mosca e del centrale serbo proveniente da Civitanova Marko Podrascanin. Altro "colpo" di mercato la conferma della diagonale De Cecco - Atanasijevic e del martello americano Russell reduce da un'ottima avventura olimpica con la sua nazionale. Leggendo la formazione dei block devils si nota subito la potenza devastante dell'attacco e la forza della squadra su Kovac dai 9 metri con 5 battitori al salto (con l'insidiosa float di Birarelli e il grosso punto di domanda su Russell che già a partire dal finale della scorsa stagione ha iniziato a servire float). 
Non tutto è oro quel che luccica però, un punto di domanda pende sulla testa di Zaytsev, lo zar infatti dopo la fenomenale olimpiade giocata da opposto tornerà al ruolo di schiacciatore con tutti i problemi che potrebbero sorgere, soprattutto nei fondamentali di seconda linea; e proprio in seconda linea sta il grossissimo punto di domanda del PalaEvangelisti: il cambio del libero ha portato Giovi a Verona mentre Perugia, dopo aver inseguito a lungo Colaci e Rossini, ha ingaggiato l'ex libero di Milano e Città di Castello Federico Tosi con Andrea Bari a fare da chioccia. Completano la rosa il serbo Mihalo Mitic al palleggio, capitan Buti, Alexander Berger (da Padova) e Dore Della Lunga in banda e il giovane bulgaro Chernokozhev. Se Boban Kovac troverà la quadratura del cerchio in seconda linea sarà durissima per tutti pensare di impensierire  la Sir.


lo show di Ivan Zaytsev contro gli Stati Uniti



CIVITANOVA: Christenson - Sokolov, Juantorena - Cebulj , Cester - Stankovic, Pesaresi (Blengini)

Semi rivoluzione in casa Lube, dopo il licenziamento di Stefano Recine e l'ingaggio come nuovo g.m. dell'ex Trento e Ravenna Giuseppe Cormio, hanno salutato le Marche Ivan Milikovic, Marko Podrascanin e Simone Parodi. 
Blengini avrà comunque in mano una formazione di assoluto rispetto pur se vincolata dalla "questione stranieri". Al palleggio confermatissimo l'americano Christenson, in diagonale al fenomeno a stelle e strisce agirà il bulgaro Sokolov di ritorno in Italia dopo la parentesi turca e dopo un infortunio alla spalla che lo ho tenuto fuori dai campi per più di 6 mesi, in diagonale confermata la coppia Juantorena-Cebulj, al centro ci sono 3 alternative per il ct azzurro : Cester, Stankovic e Candellaro con uno degli italiani certo di partire sempre nello starting six. I due liberi saranno Pesaresi (di rientro da Verona) e il francese Grebennikov, e qui si palesa la "questione stranieri" di cui parlavamo sopra; per schierare infatti il francese come libero titolare i cucinieri devono optare per l'inserimento nei sestetto titolare di un italiano : Casadei per Sokolov oppure schierare la coppia italiana di posto3 Candellaro-Cester. In Italia non sarà un'eccezione vedere Jenia Grebennikov a referto come quarto schiacciatore. Completa la squadra il tedesco Kaliberda dopo l'ottima stagione a Perugia.

TRENTO: Giannelli - Stokr, Lanza - Urnaut , Solè - Van de Voorde, Colaci (Lorenzetti)

A Trento si è chiusa, un pò a sorpresa, l'era Stoychev e si è aperta, ancor più a sorpresa, quella Lorenzetti. Si può riassumere con queste poche parole l'estate trentina dopo la buona stagione scorsa chiusa con il rammarico per una finale di Ch. League giocata con una rosa ridottissima e persa per soli 2 punti contro il Kazan. Il nemico di mille battaglie Lorenzetti (rivale prima con Piacenza, poi con Modena) si siederà quindi sulla panchina che per 8 stagione è stata di Rado Stoychev. 
Stokr e Stoychev festeggiano il terzo scudetto trentino
In campo la squadra è stata praticamente confermata in pieno con una solo differenza nello starting six, a sostituire il partente Djuric (sarebbe stato interessante vedere cosa sarebbe successo se l'avvicendamento in panchina fosse avvenuto con altre tempistiche) ci sarà infatti Jan Stokr opposto di tanti successi trentini, tornato in Italia dopo alcuni anni nella Superlega Russa e un'esperienza coreana. Confermata in toto la batteria degli schiacciatori con la coppia presunta titolare Urnaut-Lanza ed Antonov e Mazzone pronti a dare una mano; le condizioni del capitano trentino destavano parecchia preoccupazione dopo il finale di stagione scorso ma le recenti olimpiadi sembrano aver fugato in gran parte i dubbi sulle condizioni del suo ginocchio. 
Anche il centro tutto confermato con Solè e Van de Voorde titolari e Daniele Mazzone pronto a subentrare; in rampa di lancio anche Nelli come vice Stokr e Blasi per far rifiatare Giannelli; è rimasto all'ombra del Bondone nonostante le offerte ricevute anche Max Colaci che avrà come scudiero un altro prodotto del settore giovanile come Matteo Chiappa. Sulla carta è una squadra piena di punti di domanda: dalle condizioni di Lanza al rendimento di Stokr passando per l'impatto che avrà Lorenzetti su tutta la realtà trentina, ma se il tecnico marchigiano riuscirà a lavorare in tranquillità possiamo scommettere che dietro le tre grandi sarà molto probabile trovare i trentini.

VERONA: Baranowicz - Djurc , Ferreira - Kovacevic, Anzani - Zingel, Giovi (Giani)

Squadra rinnovata per i 3/7 quella di Andrea Giani, salutano Verona infatti Starovic (diretto a Milano), Taylor Sander (accasatosi in Cina) e Nicola Pesaresi (richiamato alla Lube)  sostituiti da Mitar Djuric, dal portoghese Alexandre Ferreira, comparsa nel campionato italiano a Trento dove non ha lasciato un grande ricordo nell'annata di Serniotti; e da Andrea Giovi scaricato forse troppo prematuramente da Perugia. Confermatissimo il resto del sestetto con Baranowicz garanzia al palleggio, la coppia centrale Zingel-Anzani ma soprattutto il serbo Uros Kovacevic vero uomo simbolo della squadra. Squadra sicuramente dal potenziale molto alto, da verificare la tenuta fisica di Djuric (aspetto che ne ha condizionato non poco la stagione passata a Trento) e come la coppia Ferreira - Lecat riuscirà a tappare i buchi lasciati dalla partenza di Sander. In panchina tornerà utilissima l'esperienza di Adriano Paolucci e di Stefano Mengozzi.

PIACENZA: Hierrezuelo - Hernandez , Marshall - Parodi, Yosifov - Alletti, Manià (Giuliani)
Leonel Marshall - stagione 2009/2010

Annata strana quella scorsa per i biancorossi con un ultimo posto in regular season trasformato in una qualificazione alla Cev Cup, passando per un estate di rivoluzione totale; della deludente squadra dell'anno scorso sono rimasti solo capitan Zlatanov, l'eterno Samuele Papi, Luca Tencati e il rientrate Loris Manià. Completamente rivista la diagonale palleggiatore-opposto con la coppia d'oro di Molfetta Hierrezuelo-Hernandez trasportata dal mare pugliese all'Emilia; altri innesti importante in posto4 con Simone Parodi e Leonell Marshall che, come promesso, prima di chiudere la sua carriera voleva giocare ancora al PalaBanca. Portato alla dipendenze di Giuliani anche il miglior centrale della scorsa stagione Viktor Yosifov che giocherà in diagonale con il piacentino Alletti. Ottima squadra dall'età media piuttosto elevata, tale aspetto oltre alla tenuta fisica di Simone Parodi sono i punti di domanda sulla formazione piacentina ma se la diagonale cubana (argento ai mondiali 2010) ripeterà l'annata di Molfetta il pubblico del PalaBanca non potrà che divertirsi.

Rio 2016, esordio da urlo per la nazionale maschile! Azzurre ko contro la Serbia

Leave a Comment
MEN | Italia - Francia 3-0

Dopo quella final 6 di World League acciuffata un po' così e chiusa con l'amaro in bocca, dopo un improvviso cambio di modulo che riportava di nuovo Zaytsev in 2 e Vettori in panchina, c'era tanta attesa e anche un po' di ansia intorno alla nazionale di Chicco Blengini.

Perplessità sul modulo, sulle scelte del coach, ma soprattutto sull'atteggiamento dei ragazzi.
Oggi quei 7 leoni in campo, insieme agli altri leoni in panchina, ci hanno regalato un esordio alle Olimpiadi di Rio da sogno. Surclassata 3 a 0 la nazionale campione d'Europa nonchè favorita per la vittoria finale insieme al Brasile, la Francia di Ngapeth e Le Roux. E proprio lo schiacciatore francese è stato il grande assente di questa partita (5/21 in attacco), a riprova del fatto che la Francia, quando non gioca sulle ali dell'entusiasmo, soffre e non poco.

Ma al di là dei demeriti degli avversari ci piace sottolineare la grandissima prova di Birarelli e soci, entrati in campo con un'aggressività pazzesca che in men che non si dica li ha catapultati sul 9-0 e 11-2, con i francesi a dir poco ammutoliti. 

La gara è stata sempre a senso unico, con gli azzurri sempre padroni delle redini del gioco. 11 muri a 3, un super Lanza con 60% in attacco e concentrazione a mille. A tessere le trame del gioco fluido dei ragazzi, uno straordinario Simone Giannelli che davanti al mondo intero ha dimostrato di non aver paura di vincere. 

Ma la strada è ancora lunghissima: prossimo appuntamento martedì ore 20 contro la corazzata a stelle strisce Usa. Ci ricordiamo com'è finita l'ultima volta, no?

WOMEN | Serbia - Italia 3-0

Comincia malissimo invece l'avventura delle azzurre a Rio, sconfitte 3-0 dalla Serbia in un match sicuramente alla loro portata. Peccato per quel primo set buttato veramente alle ortiche, in cui Del Core e compagne sono passate dal 24-22 al 27-25.

La Serbia dal canto suo ha giocato veramente bene, con l'opposta Boskovic (20 punti) veramente in palla e una Mihajlovic molto continua e concreta (21 punti col 41%), a differenza delle attaccanti italiane. La Serbia ha anche servito molto bene, raccogliendo 5 ace e causando in generale grande scompiglio nella seconda linea azzurra. 

Nella nostra metà campo bene solo Egonu (l'unica in doppia cifra) e De Gennaro: partita strepitosa per lei. Le altre tutte da rivedere, a cominciare da una Orro imprecisa e dal duo delle centrali non in grande spolvero.

Serviranno tutt'altre prestazioni nelle prossime gare per sperare di passare il girone. Domani alle 14.30 contro la Cina abbiamo subito un'altra gara tostissima contro la Cina. Vedremo se Bonitta - che ha previsto una medaglia, non si sa di quale metallo, per la Serbia - deciderà di provare a fare qualche cambio. 

BEACH VOLLEY 

Esordio super anche per la coppia Ranghieri-Carambula (ad oggi terzi nel ranking mondiale, dietro solo ai lettoni Samoilovs/Smedins e agli americani Lucena/Dalhausser), che con grande personalità si è sbarazzata 2-0 del duo austriaco Doppler/Horst. 

I due azzurri mettono in scena giocate da urlo frutto di grande affiatamento e intesa, nonchè di evidente divertimento e serenità. Tant'è che mr. Skyball Carambula si prende il lusso di chiudere la sua gara di esordio ai Giochi Olimpici di Rio con un tocco di seconda assolutamente geniale.



Prossima gara martedì 9 agosto ore 2 contro i canadesi Binstock/Schachter. Gran finale il giorno dopo alle 20.30 contro i mostri sacri Alison/Bruno Schmidt.

Stecca la prima la coppia campione d'Europa Lupo/Nicolai che viene sconfitta dai messicani Virgen/Ontiveros 2-1 in rimonta. 7 ace a 1 per i messicani, solo 3 errori al servizio a fronte dei 10 italiani. Ora le cose potrebbero complicarsi per i due azzurri che si ritrovano in girone la super coppia Lucena/Dalhausser.

L'occasione di pronto riscatto sarà il 10 agosto alle 3 contro la coppia tunisina, poi il giorno dopo il big match con gli americani alle 21.30.

Menegatti/Giombini giocano stanotte alle 3, non si sa con quale schema visto che entrambe sono giocatrici di difesa.

Tutte le partite della Nazionale Italiana di Pallavolo maschile & femminile

Leave a Comment
Ci siamo... anni di sudore, di fatiche e di sacrifici. Da stasera si va in scena: iniziano le Olimpiadi di Rio 2016!

Ecco tutti le date delle partite delle nostre nazionali!

Nazionale Italiana maschile (Gruppo A):


> dom 7 ago 14:30

Italia - Francia

> mar 9 ago 20:00

Italia - Stati Uniti

ven 12 ago 01:30

Italia - Messico

dom 14 ago 03:35

Brasile - Italia

mar 16 ago 01:30

Italia - Canada

Nazionale Italiana femminile (Gruppo A): 


> dom 7 ago 03:35 

Serbia - Italia

> lun 8 ago 14:30 

Cina - Italia

> merc 10 ago 16:35 

Italia - Olanda

> ven 12 ago 

20:00 Usa - Italia

> dom 14 ago 20:00 

Italia - Porto Rico

Greta Cicolari su doping Orsi Toth in diretta su Radio Deejay: "Fipav, sono pronta a partire"

Leave a Comment
Greta Cicolari in diretta poco fa su Radio Deejay sulla vicenda di doping di Orsi Toth, ecco le dichiarazioni:

foto Facebook Greta Cicolari
"Becky Perry gioca a beach volley da 5 mesi, fino a gennaio era americana, non ha nessun risultato all’attivo e all’ultima tappa del campionato italiano è arrivata ultima, dati alla mano. È una giocatrice allo sbaraglio e senza preparazione tecnica, fisica e mentale."


"Io ero e sono disponibile ed eleggibile, sono allenata e sono l’unica che ha giocato con Marta. Per salvare l’Italia e per salvare Marta ero disposta a partire ma la Federazione evidentemente non vuole. Io non rifiuto di aiutare l’Italia, Marta Menegatti è una professionista come me, si poteva fare." 

"Qui non è più una questione di Fipav, è una questione di CONI e di Italia intera, per dare agli italiani una coppia in grado di competere. A beach volley, tanto più alle Olimpiadi, non ci si può improvvisare. Per fortuna abbiamo due coppie maschili molto valide che faranno bene e nel bene e nel male oscureranno questa vicenda. Più della vicenda di doping in sé, che venga confermata o meno, mi spiace che ancora una volta la Federazione dimostra di fare gli interessi personali e non il bene di tutti."

Rio de Janeiro: NOTIZIA SHOCK, pallavolista italiana trovata positiva

Leave a Comment

RIO DE JANEIROa pochi giorni dal via delle olimpiadi brasiliani una pallavolista italiana è stata trovata positiva al clostebol, il 4-cloro derivato del testosterone. Non si conosce ancora il nome dell'atleta coinvolta; la notizia rimbalza da qualche minuto in rete ed è stata lanciata dal quotidiano la Repubblica.




L'atleta coinvolta farà ritorno in patria nelle prossime ore.
Seguono aggiornamenti.

AGGIORNAMENTO (15.00) : secondo quanto riporta il giornalista RAI Marco Fantasia il CONI avrebbe smentito che la positività riscontrata sia attribuibile ad una pallavolista

AGGIORNAMENTO (15.05): il CONI ribadisce l'estraneità ai fatti

AGGIORNAMENTO (16.00): mentre si affievoliscono le voci di un coinvolgimento di un atleta della nazionale azzurra di volley in una vicenda doping (anche la gazzetta dello sport ha rimosso l'articolo inerente la vicenda QUI), sembra prendere campo la notizia per cui la positività sarebbe da attribuire ad una ragazza della nazionale di beach volley

AGGIORNAMENTO (16.15): sembra che il caso di positività riguardi effettivamente la nazionale femminile di beach volley, in particolare Viktoria Orsi Toth, compagna di Marta Menegatti


AGGIORNAMENTO (17.00): ora è ufficiale, secondo la nota del CONI è la beacher Viktoria Orsi Toth l'atleta risultata positiva al Clostebol Metabolita a seguito di un controllo effettuato a Roma il 19 luglio. L'atleta è stata sospesa in via cautelare







VolleyMercato Maschile Ep.4: DHL saluta Modena, rivoluzione Lube, Rado e Trento al canto del cigno?

Leave a Comment
Nell'ultimo aggiornamento sul volleymercato maschile abbiamo parlato di calma prima della tempesta, e la tempesta non si è fatta di certo attendere in questi ultimi giorni.
Partiamo da una piazza dove tutto è ancora in stand-by come quella di Perugia dove tutti attendono l'ufficializzazione di Zaytsev e Podrascanin, mentre sono arrivate negli ultimi giorni le meno attese firme sui contratti umbri di Mihalo Mitic e Dore Della Lunga; due cavalli di ritorno che potrebbero tornare utilissimi a Kovac.
Sembra fatto anche l'accordo per il vice Atanasijevic che dovrebbe essere il bulgaro Velizar Chernokozhev, giovane opposto che l'anno scorso si allenò per qualche mese a Trento.

Ieri la società ha svelato anche il progetto del nuovo PalaEvangelisti, dopo la "minaccia" di qualche settimana fa di trasferirsi al Mandela Forum di Firenze.


Il progetto del nuovo PalaEvangelisti


il post di Matteo Piano su Facebook
C'è aria di rivoluzione di casa Lube che, dopo l'arrivo di Sokolov, ha annunciato quello di Alberto Casadei completando di fatto il reparto opposti.
Le notizie più succulente però sono arrivate nelle ultime ore dove, con l'affaire Piano che ha visto la presidentessa di Modena Catia Pedrini accusare Blengini di pressioni sul giocatore per portarlo nelle Marche e la seguente smentita del giocatore stesso via Facebook. Sono arrivate le parole di Beppe Cormio che ha di fatto svelato le strategie di mercato dei biancorossi, a precisa domanda sulla volontà di acquistare il numero 14 modenese il nuovo d.g. della Lube ha risposto "Matteo è un giocatore che ha grande spessore umano e tecnico, ma non rientra nei nostri piani. Noi la campagna acquisti nel ruolo l'abbiamo chiusa da tempo. Candellaro lo avevamo già definito un mese fa. Con lui abbiamo Cester e Stankovic. Terremo Grebennikov e porteremo a casa Pesaresi, per aver il libero italiano e poter utilizzare Stankovic".

Risalendo la A14 troviamo acque agitate prima a Modena e poi, imboccando l'A22, anche a Trento.
Partiamo dai campioni d'Italia di Modena che hanno visto rescindere il contratto di sponsorizzazione che li legava a DHL per altre 2 stagioni; non si può parlare di fulmine a ciel sereno in quanto per bocca della stessa Pedrini le intenzioni della multinazionale dei pacchi erano note in società da tempo.
Nella città emiliana si fa più pressante la caccia a nuovi compagni di viaggio per supportare l'avventura in Superlega; l'iscrizione non sembra a rischio soprattutto contando la squadra che la società modenese sta allestendo. Sembra infatti cosa fatta la nuova diagonale di posto3 con Le Roux che giocherà con Max Holt.
Catia Pedrini afferma che serve 1.5 milioni per allestire la squadra della prossima stagione; nei prossimi mesi, senza DHL a monopolizzare la maglia che nel prossimo campionato porterà il tricolore, sarà forse più semplice trovare nuovi investitori.


Radostin Stoytchev -
rapporto al capolinea?
Tira aria di rivoluzione anche a Trento? Negli ultimi giorni più che una domanda sembra sempre più diventare un'affermazione.
Sembra infatti sempre più incrinato il rapporto fra Radostin Stoytchev e la Trentino Volley, nonostante le smentite da parte di Mosna. Diverse vedute sulla gestione del mercato e screzi con una parte dello spogliatoio trentino starebbero portando all'addio dell'allenatore che, arrivato a Trento nel 2008, ha poi vinto tutto quello che si poteva vincere in Italia, in Europa e nel mondo.
La situazione all'ombra del Bondone è complicata, il mister bulgaro è amatissimo dalla piazza che lo vede non solo come un allenatore ma come un simbolo del volley a Trento e non solo. Non da meno va considerato l'aspetto economico della questione, una separazione sarebbe possibile solo se Stoytchev trovasse una panchina per la prossima stagione (Italia? Ankara? Modena?). All'orizzonte si affaccia Angelo Lorenzetti che avrebbe già un pre accordo con la società Trentina. Nei prossimi giorni ne sapremo sicuramente di più.

Nella vicina Verona la squadra è praticamente fatta, manca uno schiacciatore che prenda il posto di Sander (nelle ultime ore si è parlato di Dick Kooy che gioca con passaporto italiano dopo il matrimonio della scorsa estate). Viste le dichiarazioni di Cormio rimane da trovare un sostituto di Pesaresi con Balaso come alternativa possibile. Come vice Baranowicz torna in Superlega Adriano Paolucci.


Samuele Papi -
altra stagione in maglia LPR
Molfetta definisce il nuovo regista che prende il posto di Hierrezuleo, sarà il brasiliano Tiaguinho con Partenio suo vice. 
A Piacenza arrivano il prolungamento di contratto dell'intramotabile Samuele Papi e l'ufficialità dell'ingaggio di Simone Parodi.
Monza ufficializza sia Fromm in posto4 che Hirsh come nuovo opposto mentre conferma al centro Pieter Verhees che continuerà quindi a fare coppia con Thomas Beretta.
Ufficiale anche l'ingaggio da parte di Padova di Michele Fedrizzi dopo il positivo anno a Molfetta.

A Ravenna arrivano le conferme di Torres e Van Garderen, la panchina sarà affidata a Fabio Soli mentre in cabina di regia spazio a Luca Spirito. Milano annuncia l'ingaggio dello schiacciatore canadese Hoag proveniente dal Paris Volley (e figlio dell'allenatore Glenn Hoag).
Ancora nessun movimento dalla neo promossa Sora mentre si fanno sempre più insistenti le voci dell'ingresso in Superlega di Vibo Valentia; la richiesta di "wild card" è al vaglio della Lega che sembra però favorevole a tale operazione.

A presto per nuovi aggiornamenti di volleymercato!

Volley Mercato femminile ep. 1: pochi colpi ma ben assestati

Leave a Comment
Al termine del campionato, sport nazionale diventa il volley mercato: tante voci che si inseguono, poche conferme e molti sogni. Gli appassionati attendono con ansia quello che è il momento più divertente dell'anno. Facciamo quindi un breve riassunto dei colpi di mercato messi a segno fino ad ora dalle società del volley rosa nostrano.

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO:

L'Imoco festeggia la conquista dello scudetto
Le campionesse d'Italia perdono pezzi pregiati del roster che le ha portate a dominare la stagione: Capitan Arrighetti si accasa a Scandicci, Kelsey Robinson prende la via dell'oriente, Alisha Glass, dopo le olimpiadi si occuperà di fare la mamma, Megan Hodge ha scelto anche lei la via della Cina con la promessa di tornare a gennaio per giocare la Champions League. Dopo le partenze arrivano però le conferme: Serena Ortolani e Davide Mazzanti saranno di nuovo insieme alla guida della squadra veneta insieme al libero della nostra nazionale Moki De Gennaro e alla mitica Jenny Barazza. Al servizio del tecnico fanese sono in entrata la polacca Skorupa al palleggio e i giovani talenti Samatha Bricio e Anna Danesi. Ancora incerto l'arrivo di Folie (Adams all'Eczacibasi?) e di Tomsia. Voci più insistenti danno per certo l'accordo con Carolina Costagrande.

POMI' CASALMAGGIORE:


Le campionesse europee si privano della Queen Piccinini che vola a Novara, e del tecnico Massimo Barbolini diretto in Turchia all'Eczacibasi. Molto incerta e fumosa è la situazione di Lloyd e Gibbermeyer entrambe ricercate dall'Europa che conta ma sembrano destinate a rimanere. Confermate invece capitan Tirozzi, Imma Sirressi e Jole Stevanovic. Sul nuovo allenatore si vocifera possa essere Caprara, con Micelli come seconda opzione.


FOPPAPEDRETTI BERGAMO:

Skowronska e l'orgoglio Foppa
Le detentrici della Coppa Italia hanno iniziato il mercato estivo con due veri colpi sensazionali: in arrivo da Novara Martina Guiggi e dalla Polonia l'opposta polacca per eccellenza Kasia Skowronska, che sostituirà la regina Katarina Barun che dopo un solo anno ritorna a Novara. In entrata anche la talentuosa centrale Mina Popovic. In uscita quindi Freya Albrechet e Laura Frigo, incerta la posizione di Celeste Plak che sembra essere diretta a Busto.
Il sestetto orobico quindi appare già completo con Leo Lo Bianco in palleggio, Skowronska opposto, Gennari e Sylla in banda, Guiggi e Popovic al centro, libero Paola Cardullo. In attesa la riconferma di capitan Paggi.




IGOR NOVARA:

Anche Novara ha già messo una buona zampata sul mercato assicurandosi due stelle del calibro di Piccinini e Barun a cui si aggiungono le olandesi Dijkema al palleggio e Pietersen in banda. Bonifacio sarà promossa titolare e Fabris ha già dato la sua disponibilità al cambio di ruolo, passando quindi da opposto a banda. Il sestetto azzurro sarà quindi Dijkema - Barun, Piccinini - Fabris, Chirichella - Bonifacio, libero Sansonna. Alla guida confermato il tecnico Fenoglio.

SAVINO DEL BENE SCANDICCI:

La vera regina del mercato è però attualmente Scandicci che è riuscita a portare in italia la fortissima centrale brasiliana Adenizia che farà coppia con l'ex capitano di Conegliano, Valentina Arrighetti. In entrata altri due pezzi pregiatissimi di mercato: l'olandese Mejiners e il ritorno di Aneta Havlickova.
Confermato il tecnico Chiappafreddo, Rondon in palleggio e il libero Enrica Merlo.
In uscita quindi Federica Stufi destinata a Busto Arsizio.



UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO:

Noemi Signorile - da Novara a Busto
Dopo un anno molto altalenante la squadra delle farfalle allenate dal confermato Mencarelli, ha subito un grande stravolgimento: al palleggio Noemi Signorile proveniente da Novara, saluta quindi Hagglund. L'eredità della fortissima Lowe viene lasciata al braccio pesante del volley nostrano, Valentina Diouf. Al centro saluta Fondriest che torna in Trentino, e arrivano Federica Stufi da Scandicci e Berti dal Club Italia (parte Giulia Pisani?). Sempre dal Club Italia ritorna il libero Ilaria Spirito, saluta quindi Celeste Poma. Di sicura partenza anche Yilmaz, che dopo una stagione un po deludente torna in Turchia. 


REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA - LIU JO VOLLEY MODENA:


Dopo un teatrino poco gradito finalmente entrambe le società hanno dichiarato il loro progetto di fusione: il titolo di Piacenza con annessa Champions League si trasferisce a Modena. L'unica certezza è che il main sponsor sarà Liu Jo e che si giocherà a Modena. Sulla squadra si hanno ancora diverse perplessità visto che il parco giocatrici è davvero ampio. Uniche partenze certe sono Maja Ognjenovic che torna in Turchia e Meijners che si accasa a Scandicci. Molte voci di corridoio circolano intorno ad arrivi e partenze ma al momento sembra tutto molto confuso.

Per quanto riguarda le restanti squadre della serie A, si ha la conferma dell'iscrizione da parte della PROMOBALL MONTICHIARI che è riuscita a trovare un accordo con gli sponsor. In attesa di ripescaggio il BISONTE FIRENZE ha ingaggiato il tecnico Marco Bracci salutando l'unica allenatrice di A1, Francesca Vannini. 
In casa Saugella, neo vincitrice dei play off di A2 si fanno i nomi di Chiara Arcangeli (rimane quindi Leonardi nella fusione?), la giovanissima Ofelia Malinov (come seconda di Dall'Igna) la spagnola Maria Segura autrice di un'ottima stagione in A2 con la Trentino Rosa e Celeste Plak, oggetto del desiderio anche della Unendo Yamamay Busto Arsizio.

Foto credit: Paolo Miccoli - Get sport media, pagina fb Uyba, pagina fb Kasia Skowronska